Blog

Sperimentazione di CRISBA sulla conservazione cereali senza sostanze chimiche

Già da circa 10 anni Eurosider in collaborazione con delle aziende operanti nel settore agricolo sta studiando i benefici di conservazione dei cereali in atmosfera controllata ricca in azoto e dunque inospitale per gli organismi infestanti. In passato le prove in questo settore hanno già dato un risultato positivo, certificato dall’Ente di Ricerca CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche).

Nel 2015 Eurosider ha fornito al CRISBA di Grosseto dei sistemi innovativi brevettati per il controllo automatico dell’atmosfera applicabili a silos e minisilos. Il sistema immette azoto ad alta purezza separato direttamente dall’aria con utilizzo del principio di permeazione selettiva, e risulta promettente a scopo di sperimentazione e futuro utilizzo “per affidabilità, impatto ambientale nullo e bassi costi d’esercizio”, come si può leggere sul sito internet di CRISBA.

Il progetto, che coinvolge anche l’Università di Pisa, sta testando l’efficacia di questa applicazione dell’azoto prodotto in loco nel contrastare l’infestazione delle cariossidi da parte di funghi produttori di micotossine e insetti dannosi, come il Punteruolo del grano, come opposto al tradizionale uso delle sostanze chimiche altamente tossiche fra le quali le fosfine.

La logica suggerisce e la pratica finora dimostra, che questa semplice soluzione potrebbe sostituire nel futuro i metodi usati attualmente, che comportano maggiori rischi di contaminazione dei cereali nella fase di conservazione. Lo stesso argomento viene trattato da Maremma Magazine nella edizione di Novembre.